Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘Buristo’

Venerdì inizia la festa del Perdono a Radda in Chianti. La festa popolare che da tradizione chiude la stagione estiva. Ci saranno gli stand gastronomici, balli in piazza, fuochi d’artificio e la discoteca. A proposito della discoteca, ad occuparsene sono i soliti ragazzi di Raddattiva, diventati ormai espertissimi nell’organizzazione di eventi – vedi il grosso aiuto con il quale contribuiscono alla riuscita di Radda nel Bicchiere.

Da che mi ricordo qualcosa per il Perdono a Casa Porciatti si ricomincia la lavorazione dei maiali. E quindi stasera Soprassata e Buristo!!! Chi passa a Radda per la festa è invitato ad assaggiarli!

Read Full Post »

buristo.jpgE’ fatto con i lardelli di maiale cotti nella “caldaia” e strizzati, un po’ di cotenne cotte e battute in punta di coltello, ai quali aggiungiamo il sangue del maiale. Condiamo l’impasto con sale, pepe, spezie e insacchiamo in budella naturale. Infine mettiamo a cuocere il buristo in pentola, a fuoco lento per evitare la rottura delle budella. A volte lo insacchiamo nello stomaco e allora viene detto in cuffia. Si dice che il nome derivi da Blut Wurst. I tedeschi infatti chiamavano così l’impasto di grasselli, cotenne e sangue nel periodo in cui a Siena c’era Violante di Baviera. In tedesco Blut Wurst significa “salsiccia di sangue” che senesi e chiantigiani addomesticarono in buristo. (altro…)

Read Full Post »