Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘Internet’

Segnalo questi due bellissimi post apparsi su Dr. Vino e The Pour dove si parla delle piccole enoteche. Bravi!! Su uno di questi post ho trovato il link al blog di un mio collega enotecario di New York, che dimostra tutta la sua passione per il mestiere con dei video davvero ben fatti.

Eccolo mentre  racconta l’esperienza ideale di acquisto del vino in enoteca.

Annunci

Read Full Post »

facebookStamani leggendo questo mi son domandato: e il Chianti su Facebook quanti fun ha? Dopo una breve ricerca la risposta è stata moltissimi! 17507 fun al 4 gennaio 2009 mi sono sembrati tanti, ma sono diventati uno sporoposito quando ho fatto qualche confronto con le denominazioni più importanti  toscane e italiane. Non faccio una classifica perché non credo sia da qui che si misura il successo di una regione/vino. Basta dire che a seguire da lontano ci sono Brunello di Montalcino e Amarone.

A farmi abbassare la cresta c’ha pensato un’altra breve ricerca sulle denominazioni estere. Qui non c’è lotta: lo Champagne batte tutti con più di 380000 fun (senza contare i gruppetti tipo I love champagne etc.).

La ricerca è stata interessante perché mostra i commenti dei consumatori appassionati e permette di farsi un’idea (vaga, ma sempre meglio che niente) di ciò che gli altri pensano di questo vino/regione. Facebook deve essere proprio una manna per direttori marketing di consorzi e aziende che hanno sede nei territori citati!

Anche se sono dati che vanno presi con le molle, secondo me danno una indicazione rilevante della popolarità di una marca territoriale. Insomma un termometro del passaparola positivo che si è generato fino ad oggi a cui è bene dare un’occhiata ogni tanto.

Read Full Post »

 

Chi scrive di Chianti su internet? Dipende da che punto di vista.

Istituzionalmente parlando ci sono i siti dei comuni del territorio chiantigiano (Radda, Gaiole, Castellina, Castelnuovo Berardenga per quanto riguarda il Chianti senese e Greve, Tavarnelle, Barberino, San Casciano per il Chianti fiorentino) che poi si ritrovano tutti insieme in questo portale che al momento è in fase di decollo.

Poi le Pro Loco e qui la situazione diventa un po’ più frammentata: c’è il sito del Chianti Storico che rappresenta le associazioni dei tre paesi che per primi si sono potuti storicamente fregiare del “cognome” e Tavarnelle. Altri indirizzi di questo tipo non ne ho trovati, ma è da segnalare il blog via blogolandia di Castelnuovo Berdenga, un urban blog che racconta le vicende castelnuovesi.

In termini di vino il punto di riferimento è naturalmente il sito del Consorzio Vino Chianti Classico. Ad affrontare l’argomento wine in modo più informale ci sono poi almeno due blog di addetti al settore. Blog questo e questo che leggo volentieri visto la mia professione enotecaria (questo invece è una new entry).

 Non può mancare poi il’indirizzo del sistema museale territoriale del Chianti fiorentino e di quello senese, così come il Chianti Sculture Park con annesso blog.

 

Per quanto riguarda la ricettività, gli agriturismi, gli itinerari, le visite in cantina ecc., oltre ai siti delle pro loco prima indicate, ci sono due portali, questo e questo, che raccolgono il maremagnum chiantigiano.

 Bene siamo quasi in fondo. Che manca ancora? Tutte quelle cose che non sono categorizzabili, tipo:

Il Chianti Festival, spettacoli itineranti di musica, danza e altro ancora giunto ormai alla decima edizione.

L’Eroica, ovvero l’ormai celebre corsa in bicicletta per le strade chiantigiane (meglio se sterrate) con i mezzi di una volta. Voci dicono che quest’anno c’erano più di tremila iscritti da tutta Europa, accampati perfino nello campo da calcio di Gaiole.

L’Ecomaratona del Chianti –si tiene a Castelnuovo – su strade prevalentemente sterrate che attraversano scorci suggestivi. Guardare qui per credere.

La Coppa del Chianti Classico, gara internazione di velocità in salita per auto storiche

Io avrei finito, ma sicuramente mi sono scordato qualcosa e mi scuso (vedi eventi, manifestazioni ecc. di cui magari parlerò più avanti). Comunque dalla varietà dei link si capisce come il Chianti sia un territorio complesso che non si esaurisce con il suo celebre vino. Ma come vedono i chiantigiani e la loro terra, gli ospiti che tutti gli anni vengono a trovarci?

Già da qui ci si capisce qualcosa. Ce ne sono veramente delle stupende. 

Read Full Post »