Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘Piatti cotti’

Avete una ventina di amici a casa stasera e non sapete cosa fargli da cena? Siete invitati ad una rimpatriata di enofili e a voi hanno detto di occuparvi della seconda portata della cena perché il vino vi piace berlo più che collezionarlo?  Avete tutte quelle birre trappiste da aprire, stasera festeggiate il vostro compleanno, e vi manca l’idea per la cena?

Stamani in bottega troverete il prosciutto in forno già drogato e pronto per essere cotto! Cottura di cui ci possiamo occupare anche noi,prosciutto in forno basta un preavviso di qualche ora.

Che dire?! Buona serata!!

Annunci

Read Full Post »

 

Stamani cotechino!!!! Per le feste, insieme allo zampone, questo insaccato da cuocere originario dell’Emilia ritrova tutti gli amici ghiottoni che non mancano di rendergli omaggio. Dopo la copiosa 🙂 nevicata di ieri, Radda si è risvegliata con le strade pulite, ma ghiacciate. Una temperatura freschina insomma che ben si è accompagnata alla lavorazione di questo insaccato invernale.

cotechino

 

 

 

 

 

 

 

 

Il cotechino di Casa Porciatti mio padre lo prepara così (in foto alcune immagini della lavorazione):

         mette a bollire le cotenne di maiale cotte e sgrassate per un paio d’ore;

         toglie le cotenne dall’acqua e le impasta insieme al muscolo della spalla e del prosciutto, alle spezie e al sale;

         insacca nelle budella, lega e lascia riposare.

cotechino

 

 

 

 

 

 

 

 

Non resta altro che da cuocere il cotechino per circa 40 minuti avendo avuto l’accortezza di avvolgerlo prima in un telo per evitare che la budella si spezzi.

Si serve con i contorni classici: purè di patate, spinaci al burro, fagioli e lenticchie in umido.

Per l’abbinamento consiglio lo SPUMANTE METODO CLASSICO, BRUTROSSO, di Francesco Bellei

cotechino

Read Full Post »

 

Luciano al taglio della porchetta

Luciano al taglio della porchetta

Durante la settimana in bottega si trovano sempre piatti pronti cotti e freddi (il lunedì a volte no, ma si può sempre prenotare qualcosa). Il giovedì non c’è niente da fare: è giorno di porchetta!! La porchetta è tipica dell’Italia centrale e conosce molte interpretazioni, noi – a Radda in Chianti – la facciamo così:

 

Luciano o Francesco, dipende da chi si trova meglio a tiro, preparano la sera prima il busto di maiale. Lo disossano, lo aromatizzano con rosamarino, aglio, pepe e sale e – prima di rimetterlo nella cella frigorifera – lo legano.

Di solito in forno per cuocere una porchetta di 10/12 Kg ci vogliono 4 ore e mezza. Si capisce che per portarla nel banco della gastronomia bella fumante intorno alle ore 10:30, va messa sul fuoco almeno alle 6 del mattino. E qui il babbo un lo batte nessuno.

L’arrivo della porchetta in bottega è annunciato dal profumino che si diffonde dalle stanze dove la cuociamo fin sulla strada. Vi assicuro che funziona benissimo e un bel panino con la porchetta calda rimette al mondo!!

Come dicevo i piatti cotti li facciamo anche su prenotazione, sicché se a qualcuno gli vien volglia…

Read Full Post »